Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2008

ANSA – ROMA – 20/10/2008 – E’ partita la raccolta differenziata dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), ma non tutti ancora sanno bene come muoversi per smaltire questo tipo di rifiuti. Il consorzio EcoR’it, responsabile, per le oltre 600 aziende associate, della gestione delle attivita’ di trasporto, trattamento, riciclo, recupero e smaltimento dei RAEE professionali e domestici ha recentemente organizzato, in occasione dello Smau di Milano, una serie di workshop sulla corretta gestione di questo tipo di rifiuti. Attualmente si producono e si vendono circa 800 mila tonnellate di apparecchiature elettriche ed elettroniche all’anno, pari ad una media di 14 kg per abitante. Solo pero’ 1,5 kg pro capite di questo tipo di rifiuto viene sottratto alla discarica e portato negli impianti di trattamento operativi. L’obiettivo e’ quello di arrivare ai 4 kg per abitante previsto dalle normative europee.
”Costi minori grazie alle economie di scala garantite dai grandi volumi conferiti dai 600 membri e’ solo uno dei possibili vantaggi sia per le aziende associate e sia per i consumatori – sottolinea Giulio Rentocchini, presidente EcoR’it – EcoR’it nasce infatti come progetto pilota, su iniziativa volontaria, di gestione dei rifiuti professionali dell’Information Tehnology. In seguito ha assunto la struttura di Consorzio”. Nei primi otto mesi di attivita’, il Consorzio EcoR’it ha avviato a recupero e riciclo oltre 1.000 tonnellate di Raee domestici e circa 100 tonnellate di Raee professionali raggiungendo con il proprio servizio piu’ di 1000 comuni italiani e circa 1 milione 700.000 abitanti.
Inoltre il Consorzio EcoR’it ha istituito oltre 100 Punti di Raccolta su tutto il territorio nazionale ai quali i Clienti/Disributori/Centri di Assistenza dei soci EcoR’it potranno conferire i Raee direttamente o mediante trasportatori autorizzati EcoR’it.
”L’accordo di programma siglato da EcoR’it con l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) per la raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche – aggiunge Rentocchini – e’ un importante passo avanti verso il raggiungimento di quota 4 kg di raccolta Raee per abitante, obiettivo che ci porterebbe in Europa. Non solo, e’ un utile strumento per la definizione di una piattaforma operativa con la Grande Distribuzione e la Distribuzione organizzata”. (ANSA).

Read Full Post »

Le alghe da rifiuto marino a nuovo combustibile, lo propone Biomedical Tissues Srl, azienda con sede operativa nel Parco scientifico e tecnologico della Sardegna, che il 13 ottobre ha depositato il brevetto nazionale ”Procedimento per la produzione di biopetrolio che prevede l’impiego di CO2”. Il sistema prevede l’impiego di anidride carbonica e di alghe. Da queste ultime si ottengono biocarburanti come biodiesel, carbone verde “e composti impiegabili come materia prima nell’industria alimentare, biomedica, cosmetica e zootecnica”. La società B.T. Srl ha recentemente partecipato al bando Industria 2015 nel settore del “sequestro di anidride carbonica emessa da impianti per la produzione di energia elettrica”.

Read Full Post »

L’Italia è un paese incredibile.
A Napoli nascondiamo i rifiuti sotto i tappeti e dietro le facciate delle case perché “l’emergenza è finita”.
A Moncalieri, alle porte di Torino, apre un negozio che i rifiuti li compra.
Si tratta di un’iniziativa in franchising di Recoplastica.
Da seguire.

(danielegouthier)

Read Full Post »