Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘plastica’ Category

maglia gialla brasile 2010 in poliestere riciclato

maglia 2010 in poliestere riciclato

Alcune nazionali che partecipano ai Mondiali di Calcio indosseranno bottiglie di plastica. Sono le squadre che adottano la Nike come fornitore: maglietta e calzoncini sono interamente realizzate in poliestere riciclato. Ogni maglia è prodotta con la plastica di 8 bottiglie.

Con questo processo non solo si evita l’utilizzo di poliestere vergine ma si riduce il consumo di energia del 30%. L’impiego di poliestere riciclato, secondo la casa statunitense, permetterà di far uscire dal ciclo dei rifiuti 13 milioni di bottiglie di plastica, per un totale di 254 tonnellate di poliestere. Una quantità di bottiglie che, se messe in fila, coprirebbero oltre 3.000 chilometri.

(Andrea Mameli, Cagliari, 16 giugno 2010)
Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Porta la sporta: 17-24 aprile. E poi per sempre.

Sono migliaia al minuto i sacchetti di plastica consumati. E da qualche parte devono finire: certo c’è qualcuno che li riusa, ma c’è anche chi li libera nell’ambiente incurante dei loro sentimenti.

I sacchetti di plastica finiscono ovunque e inquinano. Inquinano i mari e le campagne. Vengono mangiati dalle mucche e dalle foche.  Bloccano il volo del gufo e del gabbiano. E soffocano, soffocano, soffocano.

Per evitare tutto questo, dal 17 al 24 aprile c’è la settimana di sensibilizzazione Porta la sporta, un’iniziativa dell’Associazione dei Comuni Virtuosi, con il WWF, Italia Nostra, il FAI e Adiconsum.

(danielegouthier)

Read Full Post »

Si tratta di un vecchio detto, per nulla sbagliato. A tal riguardo voglio segnalare l’uscita di The bottled Water di Annie Leonard, attivista americana famosa per aver prodotto il video animazione “The story of stuff” in cui vengono svelati gli altarini dell’insostenibile modello di consumo occidentale.

Con il nuovo corto, l’artista descrive l’impatto ambientale dell’acqua in bottiglia dimostrando che l’acqua del rubinetto è molto più eco-sostenibile (costa pochissimo, è ottima e più controllata di quella in bottiglia) mentre produrre e trasportare bottiglie significa consumare risorse, inquinare e generare rifiuti.

Ci sono molte altre cose, sostiene Annie Leonard, che possiamo fare noi consumatori a riguardo: riprendere a bere l’acqua dal rubinetto e dalle fontane oppure far bandire i distributori di acqua in bottiglia dalle scuole e dalle organizzazioni sociali. Si tratta di un’opportunità per milioni di persone per scegliere di proteggere il loro portafoglio, la loro salute e il loro pianeta.

(Marta Picciulin)

Read Full Post »

A bag story

Marta Picciulin ci segnala questo film (18′ 30”) di grande impatto e poesia.

Sedetevi comodi e ammirate quest’opera di Ramin Bahrani.

(danielegouthier)

Read Full Post »

Plastiki

È partita da qualche giorno Plastiki ed è una storia che davvero va raccontata.

Prendete un giovane milionario che conosce Kon-tiki, la zattera usata da Thor Heyerdahl per attraversare il Pacifico. E aggiungete un’idea strampalata: attraversare il Pacifico con un’imbarcazione fatta di bottiglie d’acqua minerale riempite d’anidride carbonica. Ecco che vi troverete davanti David De Rothschild, è questo il nome del danaroso avventuriero, e il suo nuovissimo modo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso il problema dell’inquinamento ‘solido’ dell’oceano. (altro…)

Read Full Post »